Un anno da record per il Menci Group che resta il primo produttore italiano nel settore dei semirimorchi. Il gruppo con sede a Castiglion Fiorentino ha tracciato un bilancio particolarmente positivo del 2021 in cui ha ottenuto il record storico in termini di fatturati, ha migliorato il numero di vendite dei propri mezzi e ha completato 50 nuove assunzioni, dimostrando la solidità e l’organizzazione necessarie per superare le diverse problematiche registrate negli ultimi mesi. Le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, infatti, sono state affiancate dalle crescenti difficoltà nell’approvvigionamento delle materie prime e dai conseguenti rincari, oltre che dalla crisi del settore della logistica che ha aumentato tempi e costi, colpendo duramente anche la filiera produttiva dei semirimorchi.

Le lungimiranti strategie imprenditoriali, le esperienze maturate nel corso degli anni e gli investimenti attuati in ricerca e sviluppo sono risultati basilari per permettere al Menci Group di adeguarsi prontamente a questa situazione in evoluzione e di rispondere alle richieste del mercato, mantenendo elevati standard qualitativi e registrando comunque numeri positivi. Il dato maggiormente significativo è rappresentato dall’aumento della produzione di semirimorchi rispetto al 2020 con l’azienda che, per il secondo anno consecutivo, è risultata come leader nel mercato italiano degli allestitori. Il Menci Group si è infatti collocato al primo posto per mezzi immatricolati con un totale di 1.796 veicoli che hanno garantito in un solo anno un miglioramento del 25% dei fatturati: nel 2021 sono stati superati i 94 milioni di euro che rappresentano il record storico.